Sfumature

C’è chi crede di leggere il nostro futuro nelle carte. Ne sparpaglia un po’ sul tavolo, invoca costellazioni e pianeti che ne suggeriscono l’ordine e poi ne spiega il significato prestando attenzione alle nostre espressioni di stupore, ansia, preoccupazione o meraviglia. Durata della vita, (s)fortuna in amore, salute nostra o dei nostri cari, carriera lavorativa. Nessuno manca all’appello.

C’è poi chi ti spiega il passato interpretando i tuoi colori, senza tener conto delle sfumature. Tu nemmeno li riconosci, non li vedi tuoi, ma li disponi ordinatamente in modo quasi del tutto casuale. La mente e gli occhi non sono completamente d’accordo e la paura di sbagliare ti mette in condizione quasi certa di inciampare nell’errore.

Di tutti i colori, il nostro scrutatore d’interni predilige il nero. E ti ritrovi a descrivere ombre e foschie. A vedere ciò che non c’è. A domandarti chi tra i due sia più schizzato: tu che stai al gioco o lui che ti chiede di giocare. Ma la posta in ballo è così alta che non puoi permetterti di tornare indietro. E avanzi con passo incerto. Tra ombre ridenti e foschie disarmanti.

Si può comprendere il presente osservando le tracce del passato. Ma si può davvero ricostruire il passato studiando i passi nel presente?

Semplicemente me.

hhh

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...