Eclissi

Stanotte siamo rimasti in silenzio, il soffitto ed io.

Un dolore intenso alloggia nel mio cuore. Si allena tutti i giorni senza tregua: colpi secchi e precisi, di volta in volta più sicuri e più forti.

Gancio, in linea, montante.

Lo ascolto nel silenzio reboante di una eterna notte insonne.

Lo ascolto senza reagire, in attesa del destro che mi mandi al tappeto.

Il soffitto mi scruta immobile. Mi lancia le carte, chiedendo un bluff. Poi torna a fissarmi immobile, tradito dal mio primo assordante silenzio.

Il tempo è una serie ripetuta. Una dopo l’altra.

Gancio, in linea, montante.

La vita per strada inizia a svegliarsi. Deve essere giorno.

Gancio, in linea, montante.

Mi alzo, ma niente cambierà.

Semplicemente me.

 

 

eclissi2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...