Un bouquet svolazzante

Sfogliando le tante pagine scritte, succede di ritrovarsi con le dita unte d’olio o di cioccolato.
Di trovarne qualcuna che profuma ancora di rose, di mandarino e di caffè.
Di non riconoscere, a tratti, la nostra stessa calligrafia.
Di riscoprire unicorni e stelle cadenti.
Di viaggiare tra maghi e cavalieri, incantatori e ciarlatani, acrobati e fuorilegge. 
Di attendere (im)pazienti in fila il proprio turno per abbracciare quello spicchio di felicità che tanti sognano, molti sfuggono, qualcuno decanta e pochi assaporano.
Di spolverare ricordi cacciati a forza in un cassetto di cui la chiave, seppur gettata via, troneggia immobile al suo posto.
Di cadere in torbide paludi da cui a stento riusciamo a liberarci di nuovo.
Di essere scottati dal sole e travolti dalla pioggia.
Di correre, saltare, volare fino alle nuvole ed oltre per poi sprofondare lasciando un solco molto più grande di noi.
Ma sopratutto di stupirsi di quanta forza e coraggio siamo stati capaci.
Spesso, quello che gli altri ignorano di noi, è ciò che chiamiamo vita.

Semplicemente me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...