Imprigionata in un soffio

Passeggiando per il mercato, il profumo dei fiori si confonde con quello delle signore ingioiellate. I colori si perdono tra quelli dei vestiti. Così sgargianti da racchiudere estate e primavera, ma toccandoli il gelido inverno di un tessuto sintetico fa ritrarre la mia mano.

Una splendida giornata d’aprile, con tanta pioggia nel cuore. Mi fermo osservando una coppia sulla settantina che si tiene semplicemente per mano. Forse si conoscono da poco, passeggiano osservando ciascuno un banco diverso e specchiandosi in visi ordinari, ma le loro mani raccontano un’eternità.

La stessa che vorrei condividere con te. Incamminarci nel futuro senza tempo tenendosi per mano. Eppure anche il presente, ora, è così lontano.

Se potessi soffiare su di me e spazzare via ogni stonatura, resterebbe solo il gambo a sorreggere un’anima ormai priva di ogni melodia. Chi coglierebbe un fiore senza corolla?

Semplicemente me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...